ARTE A ROMA: “DISCROMIE ARCHETIPE” DI MINA CAPPUSSI

ARTE CONTEMPORANEA AL MINISTERO DEI BENI CULTURALI – PRESENZE DI SPESSORE AL TAGLIO DEL NASTRO – ATTESO VITTORIO SGARBI, L’11 DICEMBRE ALLE 17.30 – LA MOSTRA RESTERA’ APERTA PER TUTTO DICEMBRE E SARA’ L’ULTIMA OCCASIONE PER AMMIRARE IL SALONE MONUMENTALE PRIMA DELLA CHIUSURA PER MinaCappussi8dxRESTAURO –   

“Arte visionaria” quella di Mina Cappussi (nella foto a destra), che espone i suoi dipinti al Ministero dei Beni Culturali dall’11 al 30 dicembre 2014. A fare da cornice alle visioni oniriche che stanno solleticando l’interesse dei critici e del mondo dell’Arte Contemporanea, una sala di incredibile bellezza, quella della Crociera, nella sede storica del Ministero dei Beni Culturali (a pochi passi dal Parlamento Italiano) che conserva le scaffalature originarie, seicentesche, risalenti al periodo in cui fu sede della Biblioteca Major, fondata da S. Ignazio di Loyola su modello dell’Università di Parigi. E’ qui che trovano posto, tra volumi antichi, affreschi, legni torniti e volute dorate, i dipinti di un’artista che si è affacciata da pochissimo al mondo dell’arte, ma che ha già collezionato riconoscimenti di tutto rispetto.

Tra questi la selezione riservata a 12 artisti con esposizione in permanenza, presso il Museo MACIA di Arte Contemporanea di SAN JOSÈ DI COSTA RICA, la selezione per PREMIO EXPO BOLOGNA 2014 con inaugurazione il 23 gennaio 2015 a cura del Prof. Philippe Daverio, Call for Artists Dave Bown Project – USA, Premio Expo Bologna V Edizione, selezionata per Art Expo New York 2015, Mostra presso l’Ateneo delle Arti e delle Scienze in Bergamo Alta, Auditorium Isernia, Palazzo Ducale di Torrevecchia Teatina. Ospitata dal dicastero simbolo dei Beni Culturali del Bel Paese, Mina Cappussi fa parte dei 20 artisti recensiti da GIORGIO MONDADORI nella pubblicazione curata da Giammarco Puntelli sugli ARTISTI CONTEMPORANEI DEL NUOVO RINASCIMENTO, Movimento del Metateismo fondato da Davide Foschi (nelle librerie a marzo 2015).

Giornalista, scrittrice, poetessa, curatore del Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo, Mina Cappussi ha vinto quest’anno il Premio PACI. Presenze di spessore al taglio del nastro fissato per le ore 17.30 di giovedì 11 dicembre in via del Collegio Romano (da via del Corso, tra piazza Colonna e piazza Venezia), con l’invito che arriva direttamente da Maria Concetta Petrollo Pagliarini, Direttrice della Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte ospitata nei saloni della Crociera. Al momento introduttivo che precederà la visione delle opere, prenderanno parte: Genny Di Bert, storico e critico d’arte, Docente di Storia dell’Arte, Fenomenologia delle Arti Contemporanee e Sociologia dell’Arte Contemporanea presso il RUFA Rome University of Fine Arts; Dante Fasciolo, Galleria Ucai LA PIGNA – Roma, Giornalista, Autore, Regista, Curatore, Produttore Esecutivo, 35 anni di esperienza RAIUNO con programmi vario genere, in particolare Linea Verde e Linea Blu, già Vice Presidente Nazionale dell’ UCAI – Unione Cattolica degli Artisti Italiani (riconosciuta dalla CEI),  per conto della quale ha diretto la rivista  “Arte e Fede “; Monsignor Giancarlo Perego, Direttore Generale Fondazione Migrantes, (l’organismo costituito dalla Conferenza Episcopale Italiana per l’evangelizzazione e la cura pastorale dei migranti, italiani e stranieri) Consultore del Pontificio Consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti, docente di teologia dogmatica presso la LUMSA (Libera Università Maria Ss. Assunta) di Roma (parlerà di Arte, Bellezza e Spiritualità come risposta alla crisi di valori), Stefania Schipani, ricercatrice Istat e autore per la Treccani, Maurizio Varriano, presidente Borghi d’Eccellenza,Quirino Martellini, sociologo dell’informazione e organizzatore di eventi (interverrà su Simbologia e Archetipi, regalando anche alcune chicche pratiche su come organizzare eventi artistici valorizzando i beni culturali), Giuseppe Abbati Presidente Aitef, Salvo Iavarone, presidente Asmef, Anna Selvaggi, presidente AIDE Associazione Donne Europee.

Silvia Lentini, “pittrice fiorante” artista di fama internazionale, non solo sarà presente, ma sarà chiamata a dare un giudizio critico delle opere esposte dall’artista molisana. Non saranno presenti per concomitanti impegni istituzionali, ma hanno inviato un giudizio critico il Prof. Marcello Carlino, critico letterario e d’arte, docente di Letteratura italiana contemporanea dell’Università Sapienza di Roma, e il Prof. Massimo Pasqualone, critico d’arte e critico letterario, giornalista e autore, docente di Sociologia e Bioetica presso l’università G. D’Annunzio di Chieti. Ospite il poeta-attore Alessandro D’Agostini, fondatore del Movimento Poeti d’Azione, che reciterà, in anteprima assoluta,  testi poetici dal suo ultimo libro Ultimatum, Youcanprint Editore. Ma a fare da contorno e ad onorare l’artista Mina Cappussi, per la prima volta espositrice a Roma, un contattato Vittorio Sbarbi che ben volentieri ha accettato di visionare i quadri dell’artista, lasciando la porta aperta per una sua attesa presenza al taglio del nastro, con la sua verve d’eccezione, la  magia e la maestria di un affabulatore che ha fatto della Cultura e della passione per l’arte la nota briosa della sua personalità. La mostra, che si inaugura l’11 dicembre alle ore 17.30, resterà aperta fino al 31 dicembre e costituisce l’ultima occasione per ammirare la bellissima sala della Crociera, che poi chiuderà per interventi di restauro. La mostra è visitabile gratuitamente, previa esibizione di un valido documento di riconoscimento per il rilascio del PASS del Ministero.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin